Presbiopia

La presbiopia è una delle grandi certezze della vita ed è segno del progressivo invecchiamento. Ogni persona che raggiunge i 45 anni d’età prova l’esperienza di questo difetto visivo. In alcuni casi la presbiopia può cominciare anche più precocemente. Per molti anni la presbiopia è stata un difetto visivo sottovalutato e trattato solo con un occhiale correttivo da utilizzare all’occorrenza. Solo recentemente è sorta una forte necessità di studiare tecniche in grado di correggere la presbiopia. Fino a circa 10 anni fa, le persone accettavano di buon grado la necessità di indossare un occhiale per correggere l’errore accomodativo da cui erano affette. Con l’avvento della chirurgia LASIK e dei primi cristallini fachici, i pazienti hanno cominciato a chiedere una correzione anche del vizio refrattivo per vicino; non solo, il progressivo utilizzo del PC e dei cellulari, parallelamente ad uno stile di vita sempre più attivo hanno fatto accrescere la volontà di correggere definitivamente il difetto visivo per vicino.
(da Cataract and Refractive Surgery Today)
Articolo a cura del Dr. Lucio Buratto
Oculista in Milano presso CAMO S.p.A.

Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da . Aggiungi il permalink ai segnalibri.